La libreria che nasconde il pilastro

La libreria che nasconde il pilastro

La libreria che nasconde il pilastro

La libreria che nasconde il pilastro  è realizzata sicuramente in legno.  All’interno di un laboratorio d’arredamento, la figura dell interior designer non è marginale e dà le giuste proporzioni . L’ arte della scenografia è spesso utilizzata nell’arredamento per far percepire in modo diverso la forma. La libreria  ha come caratteristica principale di inglobare il pilastro e di completarlo con una piccola boiserie . Detto pilastro si fonde con la libreria stessa diventando un tutt’uno. La libreria  può quindi  essere divisa con misure più armoniche. Detta libreria nasconde inoltre tutti cavi del televisore e dei decoder sottostanti con una piccola modifica di buon senso.

La libreria o parete attrezzata nata per nascondere i cavi

la libreria che nasconde il pilastro

parete attrezzata con contro parete per nascondere i cavi

I cavi elettrici sempre l’eterno problema come occultarli ed rendere i collegamenti facilmente raggiungibili. Noi da Creocasa abbiamo trovato una nostra soluzione, tanto semplice quanto di buon senso. Una contro parete, un fondo distante dal muro circa 10 cm dietro cui passano tutti i nostri cavi.  Tale soluzione presenta numerosi punti di forza, uno dei quali ci dà la possibilità di fissare il televisore mediante una stafa alla contro parete o fondo per la sua robustezza. Tale soluzione adottata anche per la  libreria che nasconde il pilastro ha tanti vantaggi.  La possibilità di ispezionare tutti i collegamenti, tramite un sportellino a click, facendo anche modifiche, ma praticamente invisibile. Questa piccola modifica di buon senso  di volta in volta migliorabile, sta diventando uno degli elementi che caratterizzano l’immagine delle nostre pareti attrezzate- librerie.

La libreria che nasconde il pilastro e perché non la cucina la camera , oppure?

Dare la soluzione per nascondere o rendere invisibile un pilastro in una zona da arredare e spesso un impresa. Non importa se parliamo di una cucina su misura, una armadio, salone o di una libreria. Importante è il risultato finale e se la soluzione trovata risponde alle aspettative del cliente.

Creocasamilano una risposta a tutte le vostre esigenze

Boiserie a milano

Boiserie a milano

Boiserie a Milano

 

Boiserie (spesso usato al plurale boiserie) è un termine usato per indicare una decorazione basata sulla copertura delle pareti con pannelli di legno,tuttavia variamente intarsiati, incisi e intagliati. I primi esempi di boiserie erano dei veri e propri intarsi, ma più tardi spesso si trovavano pannelli dipinti invece che intarsiati. Le boiserie sono state molto popolari in Francia nel XVII e XVIII secolo per la decorazione di interni. Nella reggia di Versailles ci sono numerosi esempi di questo tipo di decorazione. I pannelli erano spesso non solo a decorazione delle pareti, ma anche di porte, tramezzi e separé. Molto spesso dei dipinti venivano incastonati nella boiserie che pertanto faceva da cornice alla pittura o al bassorilievo. Il termine boiserie viene talvolta usato per indicare rivestimenti con pannelli di legno non necessariamente decorati, ma comunque arricchiti da cornici.

Fotografici di boiserie realizzate o in lavorazione

per enumerare le tipologie

 

 

Arredamento contemporaneo

 

Per l’arredamento contemporaneo esistono anche boiserie in stucco o gesso ceramico, create inoltre appositamente dai stucchifici. La boiserie di testa, così chiamata in gergo artistico, è quella che divide la parete senza specchiature e stondature sopra e sotto di essa. Questa tipologia è inoltre nata in Italia come lambrino o cornice di lambrino sino dalla fine dell’Ottocento.

Attualmente molte produzioni artigianali hanno ripreso l’uso delle boiserie. La produzione è localizzata in Italia principalmente nel nord-est (Veneto). Dove si realizzano delle pannellature nelle finiture noce o in aggiunta laccato. Alcuni studi di progettazione sono specializzati in questo tipo di arredamenti che richiedono una maggiore precisione nell’esecuzione del rilievo (Tratto da Wikipedia)

 

Boiserie a Milano

 

La  boiserie a Milano é  una risorsa perchè risparmiamo nella modifica della cucina su misura per completarla . Quando volendo rinnovare l’arredamento e l’impianto della cucina,  si  riducono cosi al minimo i lavori edili nel ambiente in cui si vive. Limitandosi all’impianto idraulico ed elettrico ,senza lunghe demolizioni fonti di polveri e disagi. Con la boiserie a milano  che rende lo spazio più brioso ,traspirante.  No alle cucine completamente rivestite di piastrelle che aumentano i fenomeni di condensa  .
Con la  boiserie a milano si può intervenire in ogni situazione, siano classiche o moderne. Si possono reinventare gli spazi, tanto come realizzare bagni e cucine, riducendo al minimo i lavori edili. 

 La boiserie una risorsa

 

Cucina su misura in legno di rovere spazzolata con boiserie a milano classica, perché velata a mano  azzurra. La boiserie a milano lo consigliata ad un mio cliente a cui dovevo ristrutturare la muratura e realizzare la cucina da noi nella nostra falegnameria.   Voleva ridurre al minimo le opere murarie da qua la boiserie una risorsa per non fare opere murarie. La boiserie nella cucina su  misura, la desideravano azzurra in legno cosi potevano coprire gli spostamenti degli impianti ed avere un bel rivestimento. Visto che la boiserie gliel’avevo consigliata io mi chiesero di laccare d’azzurro anche anche pezzi dell’arredamento. Avere la falegnameria con la cabina di verniciatura ci consente di accontentare  facendo risparmiare i nostri clienti,  perché diamo una nuova immagine all’arredamento

 

 

Boiserie nella cucina

Boiserie nella cucina su misura a milano

rivestimento nella cucina su misura con laccatura :tavolo sedie e porta piatti e cornice di completamenti al soffitto

 

 

Boiserie a milano anche con le librerie

 

Boiserie a milano per dare un’ immagine di calda accoglienza, abbiamo realizzato nell’ingresso una libreria in legno per dare carattere all’ambiente circostante. Rendere unici i due lati dell’ anticamera che si fondono insieme in un unico elemento con le boiserie perimetrali. All’interno della casa mancava un libreria dove poter riporre i numerosi libri di saggista

Foto

progetto libreria attorno porte

Progetto della libreria in anticamera attorno alle porte. La libreria si conclude in sommità con una cornice nella quale incassare una striscia led che illumina il soffitto.

 

Appartamento in Casa d’epoca

L’appartamento si trova in centro a Milano, in una vecchia casa dai soffitti alti e i tipici pavimenti in marmette di cemento decorate con disegni geometrici. Occorreva una boiserie a milano con un design classico in linea anche con il resto dell’arredamento: antichi mobili di famiglia e oggetti di antiquariato. Abbiamo proposto quindi una libreria con una parte chiusa nella base, dotata di ante bugnate e una fila di cassetti superiori.  Una boiserie a coprire i restanti muri dell’anticamera che ne rispettasse l’altezza e il disegno delle specchiature interne.

 

La falegnameria artigiana dà una mano

 

Un lavoro che può essere realizzato SOLO in una falegnameria artigiana come la nostra. Abituati a lavorare il legno vero e non ad assemblare pannelli in bilaminato con cornici applicate che si staccano nel giro di qualche anno. I materiali che usiamo sono ben visibili quando montiamo i nostri arredi, le nostre cucine su misura.

 

Presto le immagini della libreria attorno porte boiserie laccata e montata a casa della cliente.  Ora alcune immagini significative della libreria montata in laboratorio a Milano:

libreria al grezzo attorno porte

montaggio in falegnameria libreria attorno porte

Libraria attorno porte anticamera

Particolare della libreria attorno alle porte dell’anticamera realizzata in vero legno ancora da laccare.

 

 

 

Legno nell’arredamento

Il legno nell’arredamento

Il legno nell’arredamento è il materiale principale con cui vengono costruiti i mobili su misura .  Dall’abbattimeno degli alberi si ricava il legno .   Gli alberi lavorati possono essere trasformati in tavolame, massello o ulteriori materiali compositi in legno.

Tipologie dei materiali trasformati che utilizzano il legno nell’arredamento

Dai materiali a base legno più economici, ai materiali più tecnologici. Diamo una rapida carrellata per poterne valutare le caratteristiche fisiche e chimiche

 Il truciolare di legno nell’arredamento

Truciolato, o truciolare, è il nome con cui vengono indicati, comunemente, i pannelli in fibra di legno composti di trucioli risultanti dallo scarto delle normali lavorazioni del legno. I trucioli vengono impastati con materiali leganti e quindi pressati per produrre i pannelli; i pannelli ottenuti possono essere di diversi tipi a seconda del tipo di truciolo. Alle colle (PF o UF) possono inoltre essere addizionati agenti idrofobizzanti, fungicidi, ignifughi, ecc. Con lo stesso nome si può indicare anche il materiale ligneo di base, cioè l’agglomerato di trucioli impiegato per produrre tali pannelli. Il pannello viene commercializzato così com’è ma molto più spesso il semilavorato serve da base per essere rivestito con laminato plastico o impiallacciatura per realizzare piani di lavoro e conferire al pannello qualità estetiche, ma anche e soprattutto migliori proprietà meccaniche, fisiche o chimiche. Questo materiale viene solitamente usato nelle produzioni industriali perché stabile e poco costoso.

Significato delle sigle

PF – sigla DIN 7728 e 16780 della fenolformaldeidebdhsg             UF – sigla DIN 7728 e 16780 della urea-formaldeide

Medium-density fibreboard

Il Medium-density fibreboard (sigla MDF), traducibile come “pannello di fibra a media densità”, è un derivato del legno. È il più famoso e diffuso della famiglia dei pannelli di fibra, comprendente tre categorie distinte in base al processo impiegato e alla densità: bassa (LDF), media (MDF) e alta (HDF). La sua produzione puo avvenire per via secca con trattamenti ad alta pressione con fibre di legno finemente macinate miscelate con colle PF o UF Per via umida utilizzando sempre fibre di legno, ma solo acqua ad alte temperature e  pressatura ad alta pressione se la lignina resina naturale del legno contenuta nel legno  è sufficiente, subisce un processo  plasticizzazione e ricementazione senza l’utilizzo di resine estranee dando un materiale più salubre.

Compensato – multistrato di legno nell’arredamento

Il compensato è un semilavorato a strati di legno sfogliato dal tronco dell’albero. Appartiene alla  classe dei pannelli stratificati o multistrati, dai quali si distingue per l’orientamento incrociato degli strati. Il metodo per ottenere pannelli di legno compensato consiste infatti nello “sfogliare” il tronco d’albero con un  tornio in grado di tagliare uno strato molto sottile di legno (1-3 mm), incollando poi i fogli fra loro in modo da “incrociare le venature”. Questo incrocio fa sì che la resistenza del materiale sia uniforme in tutte le direzioni. Per incollare i fogli tra loro serve una pressa semplice grande come il pannello, simile o uguale a quella per creare pannelli di truciolare. I pannelli che hanno più di 3 strati, con spessore superiore a 8 mm, prendono il nome di multistrato. il multistrato di legno nell’arredamento è un materiale costoso, ma con caratteristiche di resistenza decisamente superiori.

Il paniforte

l paniforte è un semilavorato del legno costituito da un’anima formata da listelli accostati materiale di risulta della falegnameria e da due facce di piallacci o compensato. In genere le due facce di piallaccio sono di pioppo o di betulla e per i listelli si usa  il legno, che riempie il paniforte a costituirne l’anima: di fatto è un materiale composito affine ai pannelli sandwich, che unisce leggerezza a rigidezza oltre che stabilità (rispetto alle variazioni di temperatura e umidità). Il tutto va a definire lastre dello spessore fino a 50 mm. Essendo facile da lavorare e assemblare è usato per costruire scaffali, mobili e porte e piani grandi e robusti. I listelli interni possono avere varie dimensioni: piccoli e rettangolari giustapposti per il lato lungo fino a dimensioni maggiori di 25 × 75 mm di sezione. Così come i pannelli sandwich hanno un’alta rigidezza per via dei listelli. Per migliorarne l’aspetto estetico spesso i bordi sono strisce termoadesive o con strisce di legno massello.

I pannelli di listellare o paniforte da non confondere col tamburato

Non và confuso con i più economici e leggeri pannelli tamburati, costituiti sempre da due fogli sottili di compensato, mentre per anima hanno delle strutture a nido d’ape in cartone o listelli in legno alternati, usati spesso nell’arredamento (ad esempio porte).

Come costruire un mobile su misura

Come costruire un mobile su misura

 

Come costruire un mobile su misura

Come costruire un mobile su misura, passo passo su misura 

 

 

Come costruire un mobile su misura in falegnameria

Quà potete vedere come costruiamo il mobile su misura durante tutte le fasi delle  lavorazioni in laboratorio

 

 Come costruire un mobile su misura nelle diverse situazioni che si incontrano. Trattando diversi ambienti; sottotetti,mansarde o appartamenti fuori squadra? Per noi la falegnameria, fatte e misure in altezza, profondità e larghezza è l’elemento centrale dove realizzare i nostri mobili su misura nella forma e nella dimensione voluta. I mobili su misura per arredare l’ambiente in modo organizzato sono fonte di continui progetti. Come costruire un mobile su misura all’altezza delle diverse situazione e delle forme del locale che gli accoglie non è  una cosa  semplice.  Il confronto con il cliente è  l’unico modo stimolante per trovare le migliori soluzioni per come costruire i mobili su misura.

Le forme dell’appartamento determinano il risultato finale

Dalla pianta forma quadrata, rettangolare ad elle o addirittura triangolare sono tante le problematiche con cui ci si deve confrontare per ottimizzare i mobili su misura. Prima di scegliere i mobili su misura bisogna valutare bene la loro robustezza e durata nel tempo. Creocasa realizza in propri mobili su misura nella propria falegnameria in legno quindi più robusti. Creocasa ti assiste per i tuoi mobili  su misura anche per eventuali modifiche si dovessero effettuare, visto che durano molti anni.

 

Scelta dei materiali per come costruire un mobile su misura a secondo l’uso

Per costruire un mobile su misura bisogna inoltre capire quale è la sua destinazione finale.  I mobili vanno costruiti in modo diverso e con materiali adeguati alle diverse situazioni da affrontare.  Per mobile cucina o per il bagno è opportuno la scelta di materiali con caratteristiche di resistenza all’acqua per garantirne la loro durata nel tempo. Mogano, teak, larice okume sono qualità di legno che per le loro caratteristiche di resistenza all’acqua sono i più adatti per bagni e cucine. Sotto forma di listellari o multistrati per migliorare le loro caratteristiche meccaniche sono sicuramente la scelta migliore.

 

Per altri ambienti l’importante è la resistenza meccanica

 

Per altri ambienti non è neccessaria una resistenza all’acqua, ma deve stabile e resistente ai carichi ed il legno viene scelto sopratutto per la sua bellezza intrinseca.

 

Creocasa milano una risposta a tutte le vostre esigenze

Materiali per le cucine

Materiali per le cucine

Materiali per le cucine

Materiali per le cucine su misura, realizzare la cucina definitiva, prevede  un mobile cucina con ottime caratteristiche di durata.  Il locale cucina è forse il locale in cui trascorriamo buona parte del nostro tempo.  Rendere questo locale salubre dipende anche da cosa ci mettiamo per costruirlo all’interno.  EVITARE l’utilizzo di pannelli con emissioni è sicuramente la scelta migliore.  Il legno è sicuramente il materiale più duraturo e salubre. Sono da evitare alcuni sottoprodotti come il truciolare ed i medium-densiti  sia per la loro scarsa resistenza meccanica o per il contenuto di formaldeide.

 

 

 

 

 

Materiali naturali duraturi nel tempo

 

 Quando si intendono realizzare in falegnameria mobili su misura la qualità dell’arredamento cucine è determinata dai materiali per le cucine. Il multistrato marino di okumé è oggi il materiale più duraturo grazie alla sua resistenza all’acqua. Con i pannelli di okumé già utilizzati nell’arredamento navale per la loro resistenza siamo già in posizione avanzata. Per i materiali per le cucine dei piani di lavoro del rivestimento degli schienali abbiamo veramente un ampia scelta se accettiamo le superfici vissute. Dalle pietre naturali, ai travertini, ai marmi,ai basalti, ecct sono materiali duraturi, ma con la propensione ad assorbire quindi a macchiarsi.

 

Materiali artificiali per i piani di lavoro e rivestimenti

 

Okite, marmi ricomposti, quarziti, gres porcellanato materiali di nuova generazione con pregi e difetti. Alcuni di questi materiali derivati da materiali naturali sono dichiarati non assorbenti, ma ciò non è vero. Il materiale principe privo di capillari quindi che non assorbe nulla è il gres porcellanato un prodotto ad alte temperature. Proprio il sistema di produzione gli dà una ottima resistenza al calore, alle abrasioni,  completamente resistente agli acidi ed alle basi. Un prodotto sempre in evoluzione con proprietà anti batteriche che in cucina aiutano l’igiene.

 

 

 

Materiali per le cucine scelta della ferramenta ( cerniere)

 

Una ulteriore scelta oserei dire di primaria importanza è la scelta delle cerniere, dei braccetti , dei movimenti per le ante e per tutti i vari elementi delle cucine, dei mobili che la compongono. Su mercato ne esistono di diverse aziende con materiali e caratteristiche diverse:  aziende austriache, inglesi, tedesche, italiane, … Sul mercato italiano sicuramente ne emerge una in particolare Salice sempre alla ricerca di soluzioni innovative.

 

Creocasa Milano una risposta a tutte le vostre esigenze

gelateria menodiciotto milano

gelateria menodiciotto milano

Gelateria Menodiciotto milano

 

Gelateria Menodiciotto apre a milano. Un nuova gelateria ha preso la sua immagine definitiva in via savona n°57  in una delle zone più belle di Milano.                                La gelateria tra il ristorante trinacria e un noto cinema d’ essai ; vicino ai navigli zona della movida e della moda capace di aggregare moltissime persone. Ora Menodiciotto la gelateria artigianale che da oltre trentanni produce uno dei migliori gelati sul mercato. Con gusti unici in cui la ricerca continua gli ha portati ai gelati dai gusti più raffinati come la vaniglia de madagascar, il vero pistacchio naturale, il mandarino tardivo di ciaculli ………

 

gelateria menodiciotto

gelateria menodiciotto realizzata in legno laccato in via savona

 

La scelta della zona è importante?

 

Nella scelta della zona dove realizzare la gelateria menodiciotto il passaggio è uno degli elementi più importanti per accelerarne la buona riuscita. In questa zona vista la frequenza delle sfilate di moda che attirano tante persone che possono diventare eccellenti clienti. La realizzazione di un locale caldo e di design che attira le persone all’interno della gelateria è la base della nuova attività. Per questo motivo Walter Donadoni anima di questa nuova attività ha scelto Creocasa. Creocasa con la falegnameria guidata dall’interior designer Gaetano Grasso, hanno realizzato un arredamento unico che invita le persone ad entrare.

Il gusto unico del gelato  fatto con passione

Ogni gusto ha una sua storia, fatta di frutta fresca di stagione e scelta con attenzione. Le mele Granny Smith, la nocciola tonda del Piemonte, nei gelati e sorbetti potete trovare  sapori unici perche naturali a seconda delle stagioni . La produzione del gelato con il latte del piccolo allevamento di mucche Montbéliarde,. Questi sono i motivi che rendono il  gelato di menodiciotto è un essenza della natura. Il servizio ai clienti che e la qualità le persone fidelizzano le persone ad un marchio.

 

 Creocasa Milano una risposta a tutte le vostre esigenze