armadi ad angolo Milano

armadi ad angolo Milano

Armadi ad angolo Milano

Armadi ad angolo milano,  con porta a scorrere è uno come quello  che la signora Manuela con suo marito volevano realizzare con la nostra falegnameria a Milano per la camera del bimbo che gli arriverà a breve a completare la loro storia d’amore .Loro per quella camera volevano realizzare un armadio che racchiudesse in sè tutti quei servizi per soddisfare tutte le loro necessità e completare l’arredamento della cameretta.

porta a scorrere

armadio ad angolo con porta a scorrere e cassettiera settimanale a vista

Nel realizzare il loro armadio ad angolo dovevamo anche fare un ponte sopra la porta che doveva essere trasformata in porta a scorrere senza opere murarie, per cui a fianco dell’armadio ad angolo a ponte verrà lasciato uno spazio che accoglierà la porta a scorrere e si fonderà con l’arredamento creato dall’armadio ad angolo con porta a scorrere.

Armadi ad angolo milano con cabina

armadio ad angolo

armadio ad angolo con cabina armadio in legno di rovere spazzolato e successivamente laccato lucido

Di armadi ad angolo milano ce ne sono di diverse varianti, come. L’Armadio ad angolo con cabina, spazzolato lucido era stata questa la scelta finale di Paolo e della sua compagna per la realizzazione di un armadio su misura nella sua camera ,ci aveva messo in contatto un comune conoscente per realizzargli un armadio ad angolo con cabina che gli coprisse una rientranza del muro perimetrale e mantenesse un modulo di larghezza per le ante battenti a tutta altezza gli avevo fatto un primo preventivo verbale mesi prima ,ma lui aveva bisogno di valutare bene le soluzione , la divisione interna e la finitura dell’armadio ad angolo con cabina ,voleva una finitura moderna ,ma non invasiva, qualcosa di unico ,semplice ed elegante nello stesso tempo all’inizio aveva optato per una finitura lucida liscia spazzolata , ma in quel periodo stavo facendo un armadio spazzolato opaco, gli era piaciuto l’effetto del rovere spazzolato Paolo voleva un mobile in legno e che si capisse che il materiale utilizzato era legno

armadi ad angolo in studio

armadio ad angolo con libreria laccato bianco in legno

Armadi ad angolo armadi-ad-angolo-milano con libreria in listellare legno

Progettare l’arredamento della casa prima?

Progettare l’arredamento della casa prima?

Progettare l’arredamento della casa come cliente

Progettare l’arredamento della casa prima, è una domanda da porci prima di iniziare ad arredare.
O arredare piano piano..senza avere un progetto finale.
Io opterei per la prima, progetterei  l’arredamento della casa prima, cosi da poter studiare la soluzione migliore.
Se non posso permettermi di fare tutto subito ho un progetto a cui posso fare riferimento per comprare gradatamente.
In questo modo studiando la pianta della nostra casa possiamo rendere reale ciò che sogniamo sulla carta.
Studiando gli spazi per renderla funzionale, con i colori per darle luce , i materiali per personalizzarla e darle carattere e soddisfare l’estetica. 
Avendo poco spazio nella camera matrimoniale. La soluzione fantastica per me sarebbe un letto con dei cassettoni ampi dove poter riporre la biancheria.
Un armadio studiato sulle pareti della camera per poter abbracciare ogni centimetro che posso sfruttare.  Magari creare anche una sorta di cabina armadio sull’angolo della parete da usare come ripostiglio.
Un ampio comò e una piccola consolle che a noi donne è sempre utile con un bello specchio.
La cucina è il fulcro della casa, e un progetto dell’arredamento della cucina è doveroso per dare carattere a tutta la casa.
Come anche la sala dove si passa molto tempo in famiglia va studiata doverosamente prima, perché sapremo già su cosa indirizzare i nostri acquisti.
Avere “tanto spazio in poco spazio” puoi ! Progettando l’arredamento della casa prima!
 

Progettare l’arredamento della casa consigli delle aziende

 

Progettare l’arredamento della casa prima potrebbe sembrare per molti un atto un pò prematuro. specialmente quando non lo si può affrontare. Non significa per forza di acquistarlo: progettare l’arredamento della casa prima. Ci sono aziende come Creocasa che un primo schizzo progettuale te lo danno gratis. Quando si trasloca dalla casa in una più grande o definitiva, è utile fare un inventario con le singole misure. Valutare il vecchio ed i mobili nuovi in base alle reali esigenze obiettivamente. Rivolgersi ad un interior designer, ad un progettista è sicuramente la scelta migliore, per arredare la casa senza commettere errori.

 

L’esperienza semplifica i progetti e trova soluzioni

 

Quando una persona ha affrontato molti arredamenti e risolto le diverse problematiche da le soluzioni con più facilità. Situazioni che per un non esperto risultano difficili diventano ovvie, lasciando spazio alla creatività. Elaborare un progetto non è solo un problema di creatività, ma anche di esperienze accumulate. progettare con chi è abituato a trovare soluzioni nuove e creative non ai soliti cliché industriali è un ulteriore arricchimento. Arricchimento che si conferma attraverso le opere realizzate ed inventate in falegnameria

Progettare l'arredamento della casa disegno preliminare

disegno di insieme arredamento mansarda, progetto preliminare

 

Cosa si deve fare quando dobbiamo trasformare la casa

 

Scegliere l’architetto che faccia la pratica da presentare in comune per evitare eventuali multe.

  • Realizzare  con il progettista, il progetto delle divisioni interne, lo studio di una o più proposte d’arredamento, valutando bene le proprie esigenze.
  • Progetto per la disposizione dell’impianto elettrico, con le relative altezze e posizionamento di prese, interruttori e corpi illuminanti.
  • Progetto particolareggiato dell’impianto idrosanitario per il posizionamento dei vari sanitari, con un occhio al progetto arredamento. E’ molto importante il posizionamento degli attacchi idraulici nella cucina che deve essere ergonomica.

 

Gli architetti a confronto per un miglior risultato

 

Realizzare il giusto progetto con l’architetto esperto o meglio con uno studio associato. La suddivisione della casa è già la chiave di svolta per utilizzare tutti gli spazi in modo armonioso. Creocasa conscia che solo attraverso il confronto delle idee, ha al proprio interno due figure diverse. Tali figure che attraverso una dialettica serrata pongono al centro il risultato finale. La nostra equipe è a disposizione di tutti i nostri clienti per uno studio preliminare.  Quando stai aquistando casa in costruzione o devi ristrutturare sai a chi rivolgerti.

 

 Spesso l’emolumento dell’architetto ci svia dall’obbiettivo finale

 

Quando ci si trova di fronte all’enigma di trovare l’architetto giusto per essere seguiti nella suddivisione della casa, uno degli elementi fuorvianti per scegliere è data dal prezzo della prestazione per poi magari pentirsi per tutta la vita. La pura presentazione di una pratica edilizia in comune senza uno studio adeguato in tutti i suoi risvolti ha comunque un costo contenuto. Creocasa assistita dalla sua quarantennale esperienza nel settore dell’arredamento e della casa, si mette a vostra disposizione con i nostri architetti per la realizzazione di un progetto complessivo e risolutivo della vostra casa.

 Le cucine elemento centrale nell’organizzazione della casa.

Bisogna scegliere e la maggior parte delle persone considerando la zona cucina l’elemento centrale della casa; dove l’impianto elettrico è più complesso per la  concentrazione di punti luce per gli elettrodomestici; a cui la nostra società tecnologica ci ha abituato ad utilizzarli e di cui ora non possiamo farne a meno. Alla cucina in casa dobbiamo prestare più attenzione nella sua disposizione perché è  quà che si svolge la massima attività lavorativa. In questo locale della casa dobbiamo concentrare le nostre attenzioni e costruendo una cucina su misura in falegnameria ne risolveremo una buona parte.

 

Creocasamilano una risposta tutte le vostre esigenze

 

la cucina perfetta

la cucina perfetta

 La cucina perfetta

La Cucina perfetta” c’è  per ogni persona , chi la desidera laccata,opaca,classica,moderna.  Perché c’è una soluzione per ogni idea e capriccio.  Per piccola che sia ,la cucina nelle nostre case è uno spazio unico e irrinunciabile. La Cucina unica” è quella che soddisfa sia gli occhi che la funzionalità e che sia costruita per sfruttare al meglio ogni spazio. Nella cucina possiamo organizzare ogni cosa al punto giusto per facilitarci il lavoro nella preparazione del cibo. 

 

La scelta dei materiali è importante.

 

Importantissima la scelta dei materiali che infine ci garantiscono una buona durata nel tempo. Dal top all’anta, il cassettone, il cassetto sono tutte scelte perché daranno carattere alla nostra cucina e ci aiuteranno a creare la nostra “cucina ideale”.
L’importante è sapere che c’è una cucina perfetta per ogni superficie, piccola o grande. Per questo è importante studiare gli spazi e sfruttarne ogni cm, e pur avendo una zona ridotta potremo avere la nostra “cucina perfetta”.
In conclusione studiate un progetto personalizzato create voi la vostra, cucina date sfogo alle vostre idee. Poi  le renderete reali insieme,quello che non trovi sui cataloghi creandola in falegnameria da Creocasa.
Tutto ciò per introdurvi che sono disperata per la mia cucina, ha subito più traslochi e quest ultima volta non ne è uscita bene.
Non avendo idee e tempo in quel momento è stata messa alla meno peggio ed oggi ne sono stufa.
 
 
la cucina perfetta prossima soluzione

la cucina esistente ,trasportata avanti ed indietro nei vari trasporti

La semplicità ed il saper utilizzare gli svantaggi a proprio favore dà il risultato migliore

 
Vorrei cercare una soluzione per ridarmi una vera cucina perfetta. Così ho studiato delle soluzioni poiché ho delle restrizioni.Una è l’apertura della porta che apre sul lato della cucina per il quale avevo pensato di mettere dei binari esterni per far scorrere la porta lateralmente alla futura cucina in modo da poter sfruttare la parete in tutta la sua lunghezza di 4 metri. Dopo di che inserire anche il frigorifero cosa che in questo momento è frontalmente alla cucina rubando spazio a tavolo e sedie.
 
 

Lo scaldabagno da spostare

 

Il secondo problema è lo scaldabagno che essendo centrale al lavandino odierno lo sposterei  a filo muro  sulla  sinistra della mia cucina. Così successivamente nasconderei con un eventuale pensile lo scaldabagno. Sostituirei la vaschetta del lavello sostituendo le due vaschette con una unica, ma più ampia  per poter mettere sopra in linea l’eventuale pensile con scolapiatti dato che ora ho lo scaldabagno che mi impedisce di farlo.
 
ultima versione cucina perfetta

pianta e fronte nuova disposizione per ottimizzare gli spazi

 

 

Colori più chiari per illuminarla

 

 
Cambiare il colore della mia cucina  con un colore più chiaro per renderla più luminosa e  cambierei il top con un bel rivestimento in gres porcellanato in contrasto con il colore della cucina magari con un top in legno rivestito con gres porcellanato antracite per dargli un po di carattere, io sono già al lavoro per avere la cucina perfetta voi cosa aspettate cominciate a studiare la vostra cucina perfetta con Creocasa.
MI hanno messo giù uno schizzo con la nuova soluzione facendo le basi profonde 65 cm in questo modo la lavastoviglie sarà finalmente sotto il piano. Mi sarei aspettata un botto come costo, ma in laminato idrofugo riutilizzando i miei elettro domestici con piano e fondo in in gres-porcellanato con  la modifica della porta e lo zoccolo a cassetti 6.800 Euro. Altro prezzo tutta in legno laccata quasi 10.000 euro. Dovrò pensarci bene, dobbiamo guardare anche le finanze, facendo attenzione, in laminato può durare  anche 30 anni, chiaramente in legno è tutta un altra cosa la cucina perfetta!
 
 
 
creocasamilano una risposta a tutte le vostre esigenze 
Cucina in nicchia profonda 84cm con angolo

Cucina in nicchia profonda 84cm con angolo

Cucina in nicchia profonda 84cm con angolo

Cucina in nicchia profonda 84cm con angolo, Creo Casa Milano perchè non soddisfata del progetto proposto cerca la soluzione. La soluzione realizzata in falegnameria che  però soddisfi i desideri del cliente, é questo  il maggior obbiettivo per Creocasa. La stanza cucina è 3,10 x 4.60, con un corpo avvanzato di1,30 x 0,84  per cui  crea una nicchia di 3,30 x 84 in cui inserire la cucina. Aver inserito la cucina in nicchia perchè si completi pone alcuni interrogativi. Non c’è spazio per il frigor ed una zona dispensa nella nicchia perchè si ridurrebbe il piano di lavoro. Bisogna proporre delle soluzioni tenendo conto degli spazi, dei costi, del tavolo cucina e di un piccolo spazio TV.

Il perchè delle diverse soluzioni della cucina in nicchia

 

cucina in nicchia

cucina in nicchia soluzione
n 1 con dispensa dietro la porta

 

La prima soluzione in fase di stesura del primo progetto complessivo con la disposizione interna del locale cucina, prevedeva una zona dispensa ortogonale al di fuori della nicchia. Tale soluzione lasciava però la zona dispensa in castigo dietro la porta, rendendo difficile l’accesso alla credenza o dispensa. Quindi sarebbe stato opportuno rendere la porta scorrevole dentro il muro senza invadere alcun spazio. Questa soluzione avrebbe comunque comportato nuovi costi e demolizioni che comunque si volevano evitare.

 

 

La scelta è di fare una cucina su misura in nicchia

 

Fare una cucina in nicchia su misura  in falegnameria ci dà la soluzione, che dà continuità ai mobili da realizzare, mantenendo la porta attuale. Innanzitutto la cucina per equilibrare lo spazio in nicchia avrà la profondità di 75/80 cm. La zona dispensa sarà in parallelo alla nicchia con due lati a vista affinche la cucina in nicchia  non abbia interruzioni. Tale prolungamento comprenderà anche il frigor a posizionamento libero della lieber e darà la possibilita di aumentare la mensola ad elle . Tale prolungamento ci consentira di porre il televisore ad un altezza di circa 1 ml  perchè migliora la visuale .

cucina in nicchia modulare

Con la colonna forno dispensa, frigorifero da realizzare in falegnameria con due facce ad angolo diamo una diversa immagine alla cucina

Cucina con curva nell’angolo

Cucina con curva nell’angolo

 Cucina con curva nell’angolo

cucina con curva in angolo a 90°

cucina con angolo con curva realizzata su misura in legno marino

Cucina con curva nell’angolo parete, chissà quante volte vi è capitato la difficoltà. L’ambiente con curva implica una serie di considerazioni al fine di inserire gli elettrodomestici.  Pensare ad una soluzione per introdurre un mobile che appoggiato alla parete segua la curva della stessa. Abbandonare poi l’idea perché vi sembrava un lavoro impossibile. Infine quando in falegnameria non ci sono semplici falegnami, ma  esperti si può  realizzare quello che ci si prefigge:” anche mobili in cucina con curva”.   Arredi che si appoggiano a pareti in curva con gli sportelli o cassetti in curva.  Oppure realizzare mobili con  più curve a seguire verso l’esterno, nella nostra falegnameria seguendo le dime preparate a secondo della curva voluta si realizzano.

 

Come realizzare la dima per seguire la curva della parete

 

Per realizzare la dima e seguire la forma della parete bisogna farla mano a mano. Con foglio di compensato tangenziale alla parete con le distanze uguali sui lati. Si parte dal centro del compensato e si fanno le distanze, prima dal centro della parete, si porta la misura della distanza sui lati. Ogni 5 cm si fanno le varie distanze a creare in modo puntiforme la curva della parete stessa. Infine quindi raccordando i punti, si crea l’arco della parete. Si taglia e poi,  appoggiandolo alla parete  gradatamente, con l’aiuto di una raspa  si  fa aderire la dima alla parete in modo che sia uguale.

 

Taglio del mobile utilizzando la dima

Infine dopo la realizzazione della dima si può tagliare la struttura con la forma della parete retrostante . Per completare davanti si può fare con la stessa curva della parete retrostante ed allora si hanno due archi paralleli e la profondità del mobile è sempre costante. Per invece realizzare le antine si deve fare una struttura a dima per poter piegare il legno e dare forma alle relative antine. Alcune volte si è costretti a realizzare in falegnameria i mobili in curva per bagni, cucine e camere, per le curve presenti in casa

 

 Creocasa milano una risposta a tutte le vostre esigenze

Quali materiali per realizzare i mobili su misura?

Quali materiali per realizzare i mobili su misura?

Quali materiali per realizzare i mobili su misura?

Quali materiali per realizzare i mobili su misura? I consumatori si trovano spesso di fronte a questa domanda. Scegliere il materiale più adatto per realizzare i propri mobili in falegnameria deve essere una priorità. Prendere coscienza sulla scelte dei materiali é basilare perché ne determina la qualità.

 

Quali materiali materiale in funzioni delle caratteristiche.

 

In passato il materiale principe era il legno. Con il passare del tempo partendo proprio dal legno, si è passati trasformandolo a nuovi materiali, che ne miglioravano le caratteristiche fisiche. Quali pannelli di legno massiccio, i multistrati, i  compensati, i listellari materiali migliorativi delle caratteristiche fisiche. In seguito spinti da  ragioni economiche per avere materiali a basso costo si sono creati materiali come il truciolare , i medium densiti e prodotti similari .

 

Influenza delle colle per realizzare truciolare e medium densiti

 

Materiali come il medium densiti ed i vari tipi di trucciolare sono composti al 90% dal legno. IL legno è un materiale compatibilecon la vita; il problema grosso di questi, deriva da sistema di produzione. Nell’uso delle colle usate come legante delle particelle, dove composti come la formaldeide pur essendo gravemente cancerogeni vengono ancora utilizzati. La scelta dei politici di non dare una normativa che elimini tale prodotto nocivo dal mercato è grave e pilattesca. Comunque esisto prodotti in cui questo elemento viene eliminato alla produzione come: il medium density prodotto a caldo in cui il collante e la lignina stessa, truciolari in cui il la formaldeide viene sostituita con collanti  inerti. Un altro problema é dato dalle vernici, che possono produrre loro stesse la formaldeide, la giusta scelta consapevole ne elimina l’utilizzo rendendo il prodotto finale più sano.

 

La scelta di quali materiali in base l’utilizzo finale e la durata

 

Una volta eliminati gli elementi dannosi ed inquinanti come la formaldeide la scelta de materiali è dettata da pure considerazioni tecniche. Resistenza, durata, costo e tipologia del utilizzo finale, sono elementi determinanti per scegliere in falegnameria quali materiali utilizzare. Vogliamo realizzare una cucina od un bagno di qualità con caratteristiche di durata nel tempo il multistrato marino lo usiamo per tale scopo.

quali materiali per il mobile bagno su misura con specchio

mobile bagno a giorno in okumè (multistrato marino) con boiserie