Come cambiare colore al comò di casa

Come cambiare colore al comò di casa

Come cambiare colore al comò di casa

Come cambiare colore al comò di casa, spesso quando si crea l’arredamento della nuova casa si vuole conservare la memoria di certi ricordi si vuole mantenere le proprie radici senza dimenticarsi dei genitori, ma sopratutto dei nonni e vogliamo tenere a tutti costi un oggetto od una parte del loro arredamento che ce li  fà sentire  ancora vicini , ci ricorda i loro sguardi amorevoli, ci ricorda quando ci portavano al parco e tornando tiravano fuori i vestiti puliti per cambiarci, oh quanti ricordi nei cassetti del vecchio comò dei nonni.Mettere il comò in camera con i nuovi mobili moderni stona, dove lo mettiamo?

come cambiare colore al vecchio comò in camera

confronto delle diverse finiture e dei diversi top e della nuova laccatura

Non possiamo relegarlo ad un angolo, come cambiare  colore al comò di casa dei nonni ? Possiamo con un pò di impegno si può cercare di amalgamare il vecchio como cambiando il colore! Certamente si può con un po di spirito e fantasia si puo mettere il comò in camera da letto dove i colori prevalenti sono il bianco ed il grigio colorare il como con questi colori darebbe al comò una nuova immagine più fresca e vicina all’arredamento moderno, magari sostituendo le vecchie maniglie ottonate tipo libertì con dei pomoloni d’acciaio o magari con dei pomoloni laccati con un grigio più scuro, penso proprio che sia una bella idea .

Adesso dobbiamo diventare operativi e come cambiare il colore al como di casa senza fare pastici, consigli pratici per operare nella colorazione del mobile:

Come prima cosa togliere le maniglie

Chiudere i vecchi fori inserendo dei pezzeti di legno con la colla, solo lo stucco no, perchè asciugandosi potrebbe cadere.

Per procedere alla successiva colorazione è meglio prima decapare la superficie da eventuali vernici.

Dopo in decappagio, si procede alla carteggiatura meticolosa cercando di seguire la vena del legno

Completata la carteggiatura si procedera a più mani di fondo accuratamente carteggiate per ottenere la superficie più liscia possibile

Solo dopo queste operazioni si potrà fare la finitura che può essere eseguita a spruzzo o a pennello.

Ecco come cambiare colore al comò di casa, se invece non avete manualita o vi manca il tempo ed il posto dove fare quest operazioni Creo casa lo fa per voi in falegnameria facendo le piccole riparazioni ed in cabina di verniciatura con un laccatura professionale a Opera in via fornace cavallino 7 ” Milano ”

Festa del riciclo per il riutilizzo dei materiali a Bresso giugno 2014 (Milano)

Festa del riciclo per il riutilizzo dei materiali a Bresso giugno 2014 (Milano)

Festa del riciclo per il riutilizzo dei materiali a Bresso giugno 2014 (Milano)

 Festa del Riciclo a Bresso 8 giugno 2014 Milano

In occasione della Festa del riciclo per il riutilizzo dei materiali a Bresso giugno 2014, ricca di eventi ed incontri formativi, sará possibile all’interno della manifestazione incontrare direttamente chi  al recupero e alla sostenibilitá dedica gran parte della proprio tempo ed energie, professionisti ed artigiani uniti per affermare che i materiali hanno più possibita di riutilizzo senza disperdere il patrimonio di oggetti che abbiamo a nostra disposizione.

festa del riciclo

tavolo in legno prima del cambiamento come negli anni 70

rinnovo mobili

nuovo design per il tavolo a nuova vita e nuovo look

come cambiare colore al vecchio comò in camera

confronto delle diverse finiture e dei diversi top e della nuova laccatura

 

L’idea centrale è il recupero senza consumare continuamente,  una nuova filosofia di vita, non si puo continuamente usare le discariche per eliminare quello che non ci serve più per consumare e per aumentare il P.i.l. per soddisfare i grandi della finanza.
Lacasapensata, con gli architetti Luca Maioli e Gaetano Grasso di Creocasa, esporranno al Parco Rivolta di Bresso le proprie idee e la propria particolare concezione di riciclo, portata avanti a differente scala dalle ristrutturazioni ad interventi minori, includendo sia arredi ricavati con materiali destinati ormai ad affollare le discariche, sia pezzi di arredamento che avrebbero solamente bisogno di cambiare “vestito” come dare nuova immagine alla libreria cambiando il colore, rinnovare la vecchia cucina rivestendo il piano di lavoro ,e laccandola e sostituendo le vecchie cerniere dandoglie nuovo vigore, usare la laccatura per cambiare la casa riciclando e completando il vecchio che diventa design.

 

Festa del riciclo per il riutilizzo dei materiali a Bresso giugno 2014 (Milano)

 

Programma della festa del riciclo

  h. 9.00 – posizionamento della scultura permanente di alcuni ragazzi del Politecnico
– posizionamento dell’installazione “I colori della luce” a cura dell’Ass. Rivolta, per set fotografico
– Point Giò.CO.RE. per proseguimento “Intrecci in città” – yarn bombing – divulgazione
– Point Istituzionale – divulgazione
– Point “Amici del Parco Nord” – divulgazione
– Pro-loco Ternengo (BI) – esposizione lavori yarn bombing e autovettura “500” – divulgazione
– Mostra lavori dei ragazzi delle scuole del territorio a cura Coop Koinè per conto della Soc. Novelis
– Automezzi Amsa per dimostrazionih. 10. Concorso per vincere la “Ri.ciciletta” a cura della Soc. Novelis
h. 10,30 – Laboratori per bambini Coop. Koinè per conto della Soc. Novelis
altri laboratori presso gli stand –
h. 12/13 Saluto delle Istituzioni, deposizione cartello della scultura – consegna pergamena ai ragazzi
h. 13 Aperitivo offerto da Rist. l’Approdo e Aquiloni Park
Proseguono i laboratori
h. 17 – Associazione Segni e Parole offrono break
h. 17,30 Saluto Assessora alla Cultura
h. 17,40 Premiazione Concorso Ri.cicletta
h. 17.45 Intermezzo cabaret di due attori professionisti
h. 18.00 Sfilata “Rifiuti d’Alta Moda2014” abiti e accessori realizzati con materiali riciclati presentati da donne comuni di tutte le età,
presentata dai due attori.
h. 19.00 circa….. saluti .. con arriverderci alla prossima edizione.

 

Restauro Mobili Milano – Antitarlo sottovuoto

Restauro Mobili Milano – Antitarlo sottovuoto

Restauro Mobili Milano – Antitarlo sottovuoto

 

Restauro mobili milano in laboratorio è un lavoro appassionante, prendere un vecchio mobile e restaurarlo è un operazione estremamente delicata, bisogna rispettare la struttura del mobile da restaurare cercando di mantenere le parti originali e qualora fosse assolutamente necessario sostituire dei pezzi bisogna utilizzare legno della stessa epoca rispettando la colla, i chiodi, la lacca ed i metodi costruttivi che si utilizzavano nel periodo in cui si costruivano  per mantenere il carattere del manufatto. uno dei maggiori fattori nell’usura dei vari mobili è dato dall’attacco sistematico del tarlo che ne indebolisce la struttura  fino a dover intervenire con rapidità per non arrivare alla completa distruzione del mobile che non sarà più in grado di svolgere la propria funzione primaria una sedia attaccata dal tarlo se viene troppo indebolita può essere utilizzata solo come soprammobile.

Debellare il tarlo nel restauro mobili milano è complicato?

 

Debellare il tarlo quando ha aggredito un mobile è un operazione delicata perché il l tarlo ha un proprio ciclo riproduttivo:  la larva, il coleottero, le uova ed è necessario distruggerlo in tutte le fasi .Avvolgendo il mobile in un telo ermetico e flessibile si toglie l’ossigeno dal mobile stesso.L’aria viene aspirata tramite una pompa a vuoto che elimina il 99% dell’aria facendo morire il tarlo e le larve in assenza d’aria ed esplodere le uova attraverso la mancanza di contro-pressione.

 

Consolidamento Del legno nel restauro mobili milano utilizzando il sottovuoto

 

Il VANTAGGIO della TECNICA sottovuoto è che in depressione si può iniettare nel materiale un prodotto che protegga in futuro dai tarli o che consolidi il materiale  con resine modificate ad alta penetrazione impregnandolo totalmente e  conferendogli così una resistenza superiore a quella iniziale quando era nuovo, superando l’ostacolo della scarsa resistenza e restituendogli la funzione primaria, la sedia torna ad essere sedia e non più un soprammobile.

 

Creocasa Milano una risposta a tutte le vostre esigenze

 

© Creo – Casa Milano 2014: Restauro Mobili Milano (tutti i diritti sono riservati)

Come consolidare la tua statuina di cotto

Come consolidare la tua statuina di cotto.

 

Come consolidare la tua statuina di cotto é stata questa la prima domanda che mi hai posto quando ho ricevuto la tua telefonata ,ci devi tenere molto a questa statuina ,se quando ti ho risposto al telefono, mi hai posto subito questa domanda senza neppure salutare e presentarti         ( Come consolidare la tua statuina di cotto), ti devo dire che ricordando , la tua telefonata ci ero rimasto molto male ,mi sentivo quasi aggredito come se avessi dovuto avere la risposta in tasca per il tuo problema ; ti ho liquidato  velocemente con due parole dicendoti che avrei scritto un articolo sul problema e di guardare le news di Creocasa ,a dire la verita non ne avevo molta voglia;poi col passare dei giorni ho rifletuto sulla tua telefonata dalla voce mi sei sembrato una persona giovane e forse la tua telefonata manifestava il fatto che tu avessi molta fiducia nella mia capacità di darti una risposta  e questo mi inorgoglisce enormemente , per questo ho deciso di darti alcuni consigli perchè la tecnica che ti sto spiegando è semplicemente un principio fisico noto a tutti e l’applicazione è solo questione  di buon senso , questa metodologia la puoi applicare a qualunque materiale, oggetto ,o situazione  il resto lo imparerai da solo è un tecnica veramente molto  semplice in cui bisogna avere una buona manualita ,inventiva ,per adeguarsi alle diverse situazioni.

Come consolidare la tua statuina di cotto ?

Guarda che  questa metodologia la puoi applicare ad una sedia tarlata ,ad una barca ,a delle travi..ect La prima cosa che devi avere è una pompa per il sottovuoto meglio se a doppio stadio perchè fanno un vuoto più elevato e per bagnare in profondità i materiali occorre un buon vuoto aiutando il materiale impregnante a penetrare in profondità .

Adesso ti spiego passo ,passo come consolidare la tua statuina di cotto .

prendi la tua statuina e avvolgila in una retina a maglie piccole

dopo avvolgila avendo cura di lasciare ricchezza in un telo di polietilene sigillandolo sul perimetro con del sigillante butilico creando un contenitore ermetico per poter realizzare il vuoto all’interno.

fissa un tubo con un’ espansione al telo che avvolge la statua collegato alla pompa per realizzare il sotto vuoto interponendo un rubinetto, un vacuometro per misurare il grado di vuoto ed un filtro trappola per intercettare resine o prodotti per farli arrivare alla pompa.

prefissa al telo che avvolge la statuina dei tubetti in polietilene con in mezzo  dei  rubinettini  in plastica.

Metti in moto la pompa e vedrai che il telo di polietilene aderirà alla superfice della statuina, attenzione alle perdite chiudile col sigillante butilico lascia lavorare la pompa a vuoto degasando la statuina che con il vuoto abbassa la tensione superficiale dei liquidi presenti e porta via l’umidita, quando il grado  vuoto è intorno 95% /100%si potrano aprire i rubinetti prefissati sul telo.

A questo punto ci sono da fare alcune considerazioni , che incremento di resistenza si vuole ottenere ed in funzione di questo si sceglie la resina da utilizzare:  resine epossidiche, resine acriliche,resine poliesteri ,ect…, tutte le resine possono essere diluite con dei diluenti reativi che consentono di bagnare in profondità i diversi materiali e importante che piu che un alta resistenza   abbia una forte penetrazione e penetri fino al nocciolo del materiale , conferendo ai diversi materiali un significativo aumento di resistenza.

una volta scelto il prodotto da iniettare si prepara in un contenitore  la resina  si immerge il tubo prefissato sul telo si apre il rubinetto e la resina fluisce piano ,piano all’ interno del telo andando a bagnare in profondità il manufatto incrementando notevolmente la resistenza .

Scusa se non ho scritto subito l’articolo , se hai bisogno chiarimenti o  volete consigli sulla tecnica venite a trovarmi.

 

La cultura,il buon senso e la conoscenza sono l’anima del lavoro ,c’è sempre qualcosa da imparare

 

Creocasa milano : una risposta a tutte le tue esigenze

 

Scritto da Gaetano Grasso di creocasa

 

Restauro armadio vecchio, laccatura stile provenzale

Restauro armadio vecchio, laccatura stile provenzale

Restauro armadio vecchio,laccatura stile provenzale.

CONTATTARE falegnameria milano

Stile provenzale :la signora Biffi ci venne a trovare in laboratorio qualche mese fa, perchè voleva dare una diversa immagine ad alcuni suoi mobili .

Stile provenzale

Era stata alla gelateria Cuore a Corsico e le era piaciuto lo stile provenzale dell’arredamento della gelateria che era vissuto, ma molto luminoso, era come se quella attivita fosse sempre esistita,luminosa , calda ed accogliente: lo stile provenzale era quello che stava cercando,voleva svecchiare la sua casa e darle una maggiore luminosità.

Nel frattempo comprò 1/2 kg di gelato, visto che diverse persone le avevano suggerito che era molto buono e colse anche l’occasione per farsi dare il nominativo della ditta che aveva realizzato i lavori d’arredamento.

La falegnameria a Milano

Ci telefonò fissando un appuntamento nella nostra falegnameria a Milano, perchè voleva vedere l’attività e valutare le diverse colorazioni di laccatura conl’effetto anticante e le velature colorate dello stile provenzale.

Quando venne a trovarci in falegnameria le feci visitare gli ambienti di lavoro e la cabina di verniciatura sottoponendole diversi tipi di finitura e di anticatura per il restauro di un armadio colore noce che lei voleva schiarire ed in stile provenzale.

Sopraluogo per valutare il lavoro

vecchio armadio stile provenzale

armadio stile provenzale

Dopo aver ben valutato tutte le possibili finiture mi invitò ad andare presso la sua abitazione nelle vicinanze di Corsico. La settimana successiva andai a trovarla presso la sua abitazione e mi fece vedere il famoso armadio da restaurare e laccare in stile provenzale.

L’armadio è in massello di pioppo ed era molto rovinato dai tarli; in alcune zone il legno aveva perso di consistenza.

Preventivo immediato

La signora voleva un colore chiaro con l’anticatura e le velature tipiche dello stile provenzale. Le feci il preventivo e la signora accettò, quindi una volta portato in falegnameria, venne decappato completamente e venne fatto un trattamento antitarlo in autoclave per eliminare i tarli presenti.

CONTATTARE falegnameria milano

Consolidamento del vecchio armadio e laccatura

Poi, per rendere consistente la struttura, realizzai una impregnazione profonda del legno per dargli una nuova consistenza e solo alla fine iniziammo la laccatura del vecchio armadio ormai consolidato con le velature tipiche dello stile provenzale.

Una settimana fa consegnammo l’armadio e la signora era soddisfatta del risultato ottenuto con la laccatura del vecchio armadio in stile provenzale, dandoci ulteriore lavoro che faremo in seguito.

CreocasaMilano: una risposta a tutte le vostre esigenze

Scritto da Gaetano Grasso di Creocasa