Armadio con passerella e ringhiera

Armadio con passerella e ringhiera

Armadio con passerella e ringhiera.

Armadio con passerella, una settimana fa per la Signora Angela che ha un box/laboratorio stupendo, alto circa quattro metri. La signora ci ha chiesto di risolverle il problema dell’arredamento creando dei mobili nella nostra falegnameria.  Tali mobili che le permettano di riporre i diversi oggetti conservati all’interno del laboratorio. La soluzione con tale mobile deve consentire sia di riporre tutti gli oggetti. Inoltre che possa aiutare ad  accedere alle finestre che sono molto in alto (per poterle aprire e farne la pulizia e la manutenzione).

Abbiamo perciò deciso di realizzare l’arredamento con un guardaroba con passerella e ringhiera.   La soluzione particeltato laminato bianco con una struttura da 25 mm. di spessore per renderla economica. Realizzata  elle sui due lati dove sono disposte le finestre, collegata al soppalco esistente per avere l’accesso.

 

Struttura economica con base in legno marino                                                                                                                                           

Tale struttura è una struttura economica e robusta. La base della struttura in legno ci consente di realizzare il guardaroba con passerella e ringhiera per poterlo caricare senza alcun problema. Un 60% degli armadi saranno realizzati con ante scorrevoli chiuse, un 20% con ante a vetri trasparenti.  Il marito ha una grossa collezione di soldatini di piombo e modellini che vuole esporre. La rimanente parte sarà invece  a giorno con mensole tipo libreria. Sovrastante tale armadio di 45 cm. di profondità, adeguatamente fissato alle pareti, verrà posizionata una passerella. Tale camminamento in multistrato di pino larga cm. 70/80 e di spessore cm. 3 con dei montanti ogni due metri collegati al soffitto.  Ciò permetterà il fissaggio di una ringhiera a listoni di legno di pino spessore cm. 3 e collegata alla ringhiera esistente del soppalco. Da tale soppalco creeremo un accesso alla passerella sovrastante l’armadio.

A completamento di questo, sotto la zona scala di accesso al soppalco, verrà realizzato un armadio sottoscala .

Con piccoli accorgimenti abbiamo così risolto il problema dell’arredamento del laboratorio della Sig.ra  Angela. Con un po’ d’ingegno, cercando di soddisfare le esigenze della nostra cliente,  realizzeremo nella nostra falegnameria a Milano un arredamento pratico ed economico. Creo Casa Via Fornace Cavallino,7  Opera Milano

 

Creocasa Milano una risposta a tutte le vostre esigenze

Soppalchi in legno e normative

Soppalchi in legno e normative

Soppalchi in Legno e normative

Perché costruire un soppalco in legno?

 

Soppalchi in legno quando si decide di realizzarli ,serve soprattutto per guadagnare superficie calpestabile e ingrandire la propria casa, dotandola di uno o più ambienti aggiuntivi quali camere, studi o camerette dei bambini.

 

Cosa dice il regolamento edilizio (per esempio nel comune di Milano)

consulenze dall'archittetto

scala interna acciaio e legno

La normativa che prendiamo per esempio è quella in vigore nel comune di Milano
Bisogna verificare che la costruzione di un soppalco sia consentita dal Regolamento del Comune dove si trova l’immobile; tale normativa specifica anche caratteristiche e Criteri da rispettare. Occorre rivolgersi a un professionista – architetto o ingegnere – che effettuerà i controlli per assicurare la stabilità e la portata necessaria. E si occuperà inoltre di tutte le verifiche relative agli aspetti normativi
• Il Regolamento edilizio di Milano permette per esempio di costruire soppalchi purché ci sia un’altezza di 210 cm sia sopra sia sotto il piano di calpestio e un lato aperto completamente sulla stanza sottostante (il parapetto deve avere un’altezza di almeno 110 cm); la superficie del soppalco non deve inoltre superare un terzo di quella del locale oppure metà se l’altezza è di almeno 220 cm.
• In generale occorre poi rispettare i rapporti aeroilluminanti (di 1/8 o 1/10 a seconda del Comune) che vengono calcolati sommando la superficie del soppalco a quella della stanza in cui è inserito. A Milano i soppalchi con profondità minore o uguale a 180 cm, fermo restando tutti gli altri requisiti richiesti, possono non essere computati nella superficie della stanza, per cui non si verifica aumento di Slp.
• Una volta stabilito che il soppalco si può realizzare, bisogna verificare presso i competenti uffici tecnici comunali se è necessario presentare una pratica edilizia.

E’  necessario rivolgersi ad un architetto per realizzare un soppalco?

Per non incorrere in problemi è sempre utile chiedere il consiglio o la consulenza di un architetto o di un tecnico abilitato perchè l’aumento di superfice è severamente vietato e soggetto a sanzioni ed è meglio essere bene a conoscenza di quanto si può realmente realizzare.

 

Creocasa Milano una risposta a tutte le vostre esigenze