Organizzazione dello spazio: come disporre i piccoli elettrodomestici in cucina?

I piccoli elettrodomestici sono necessari in ogni cucina che si rispetti. Ci aiutano nelle piccole operazioni di tutti i giorni e ci rendono più facile la vita quotidiana in cucina o la preparazione di piatti più elaborati o particolari di tanto in tanto. La scelta è vasta: su quali puntare? Questa scelta potrà essere dettata dalle nostre abitudini e dai manicaretti che siamo soliti preparare. C’è però un altro fattore da considerare, cioè lo spazio che occupano. Come disporre i piccoli elettrodomestici in cucina? Sembra un problema banale ma, come tutte le questioni che riguardano l’organizzazione dello spazio nei nostri ambienti (soprattutto se sono piccoli) non è assolutamente da sottovalutare.

Come disporre i piccoli elettrodomestici in cucina?

Tostapane, macchine da caffè, mixer, frullatori, spremiagrumi, estrattori, robot da cucina, macchine per preparare la pasta o il pane e tanti altri gadget sono ormai diventati indispensabili o quasi in cucina. Ognuno di noi sceglierà quelli che si adattano meglio al proprio stile di vita, ma la domanda è sempre la stessa: come disporli e dove riporli senza occupare troppo spazio prezioso? La questione dovrebbe essere valutata ancora prima dell’acquisto in modo da decidere da puntare su un elettrodomestico multifunzione oppure con una sola funzione e scegliere la forma e il design che meglio si adatta ai nostri spazi. In generale possiamo dare alcune indicazioni:

  • la sicurezza prima di tutto: i nostri dispositivi elettrici dovrebbero stare ad almeno 60 cm da lavello e rubinetto;
  • valutare la disposizione delle prese; in caso contrario saremmo costretti a spostare l’elettrodomestico vicino ad una presa di corrente tutte le volte che abbiamo intenzione di usarlo;
  • gli elettrodomestici usati quotidianamente o quasi possono essere lasciati su una porzione del piano di lavoro che deve essere riservata a questo scopo. La scelta dipenderà dalle abitudini. C’è chi non può cominciare la giornata senza una tazza di caffè e chi non fa a meno di un toast o di una centrifuga. Gli amanti della carne alla griglia vorranno avere sempre sottomano la loro bistecchiera, mentre chi è sempre di fretta preferirà avere un fornetto per scaldare piatti già pronti. Insomma, la scelta dipenderà solo da voi. Il design sempre più curato di questi oggetti, inoltre, darà una nota di colore e di stile all’ambiente;
  • sulla parete sopra al top della cucina possiamo appendere apparecchi più piccoli che si prestano allo scopo oppure collocare mensole strette sulle quali riporre, ad esempio, grattugie elettriche, spremiagrumi o tostapane. L’unica condizione è che la mensola possa reggere bene il loro peso;
  • un cassetto della cucina può essere usato per riporre piccoli elettrodomestici come coltelli elettrici, apriscatole elettrici e tritatutto compatti;
  • una o due ante dei pensili o della base della cucina possono essere dedicate ai piccoli elettrodomestici dagli usi più particolari. Questi si possono tirare fuori in determinate occasioni e poi riporre di nuovo, come ad esempio la macchina per i popcorn, la gelatiera o la macchina per la fonduta. Dovrete solo fare attenzione che siano lontani da fonti di acqua che potrebbero raggiungerli e danneggiarli;
  • in alcune cucine i designer progettano apposite nicchie, a vista o chiuse da un’antina. Qui potrete riporre i vostri piccoli elettrodomestici, che in questi modo saranno a portata di mano ma non troppo in vista;
  • soluzioni personalizzate ed estraibili. In fase di progettazione della vostra cucina, se avete già le idee chiare, potete chiedere una soluzione ad hoc. In questo modo potrete utilizzare comodamente il vostro piccolo elettrodomestico preferito.

La giusta disposizione dei piccoli elettrodomestici in cucina è comunque personale e sarà sicuramente frutto di molti tentativi. Solo con l’uso quotidiano dei vostri oggetti, infatti, riuscirete a rendervi conto di quale sia la disposizione più funzionale per voi e in base alle vostre abitudini. E una volta che l’avrete trovata, non affezionatevi troppo: le abitudini cambiano e con queste anche la disposizione degli oggetti. Del resto, la cucina è uno degli ambienti più vivi e mutevoli della casa!

Se siete ancora indecisi su come progettare e organizzare la vostra cucina potete chiedere un consiglio a noi di Creo Casa. Saremo felici di aiutarvi in questo compito!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.