BONUS RISTRUTTURAZIONI : INCENTIVI FISCALI E NOVITA' | Creo Casa Milano | Ristrutturazioni, progettazione e design d'interni

BONUS RISTRUTTURAZIONI : INCENTIVI FISCALI E NOVITA’

Bonus ristrutturazione

Tutti i bonus ristrutturazione a cui i cittadini possono accedere sono sicuramente un’ottima opportunità perchè possono risparmiare sui lavori. I bonus attualmente in vigore si possono ottenere per lavori interni, facciate, riqualificazione energetica, fotovoltaico, ecc… Inoltre questi Bonus ristrutturazioni favoriscono il decoro del patrimonio immobiliare e contribuiscono al rilancio dell’edilizia motore principale dell’economia dello stato italiano.

Quest’anno, come dichiarato dal Governo, non si può, più usufruire del Superbonus 110% che ci dava la possibilità di eseguire interventi di riqualificazione energetica abbattendo totalmente la spesa.

Questo Bonus aveva contribuito a dare un fortissimo rilancio al settore edile negli anni della pandemia, nonchè aveva dato lavoro a molte persone, favorendo, quindi, la diminuzione della disoccupazione, sempre troppo alta nel nostro paese.

Infatti, a causa del comportamento di alcune Imprese edili e di alcuni Professionisti che hanno visto in questo Superbonus la possibilità di fare soldi facilmente, organizzando truffe, le quali poi, si sono comunque riversate sui cittadini che ingenuamente avevano affidato i lavori a queste sedicenti Imprese, il Governo è stato costretto a bloccare questo tipo di Bonus, per salvare i conti dello Stato, sempre in difficoltà nel far quadrare il bilancio.

 Tuttavia possiamo ancora utilizzare numerosi Bonus ristrutturazioni, che ci danno, comunque, una riduzione sulle spese, quindi ugualmente un vantaggio ed un beneficio notevole.

BONUS RISTRUTTURAZIONI : COSA SONO ?

I Bonus, come del resto dice la parola stessa, sono dei buoni, cioè dei “regali” sotto forma di sconto, che lo Stato fa a chi intraprende lavori di ristrutturazione sul proprio immobile. Questi Bonus si possono ottenere sia per :

  • manutenzione ordinaria e straordinaria effettuati su parti comuni di edifici residenziali e condomini
  • manutenzione ordinaria e straordinaria su singole unità immobiliari
  • restauro e risanamento finalizzati alla conservazione dell’immobile.

Ovviamente per accedere ed ottenere i Bonus ristrutturazioni si deve disporre dei requisiti necessari, nonchè si deve procedere all’espletamento di tutte le pratiche richieste. Quindi è sicuramente meglio affidarsi ad un professionista esperto nel settore, per non rischiare, non solo di non poter ottenere i Bonus ristrutturazione, ma anche di dover restituire la somma percepita.

Chiunque può richiedere i Bonus ristrutturazioni, infatti essi sono riconosciuti a tutti i contribuenti, siano essi proprietari , affittuari o comodatari dell’immobile.

BONUS RISTRUTTURAZIONI AI QUALI POSSIAMO ACCEDERE :

  • Bonus ristrutturazione : detrazione del 50% su un tetto di spesa massima di €. 96.000,00. L’importo sarà rimbordato nell’arco di 10 anni
  • Sisma Bonus : detrazione 50% su un tetto di spesa di €. 96.000,00, ripartita in 5 quote annuali. Nel caso in cui l’intervento porti al risultato di una diminuzione del rischio sismico di 1 o 2 classi la detrazione sarà più elevata ed andrà fino al 70/80%.
  • Bonus mobili : detrazione del 50% sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici green con un tetto di spesa di €. 8.000,00. Questo tipo di Bonus è molto utilizzato, poichè è sempre trainato dai lavori di ristrutturazione eseguiti sull’immobile. Questo bonus spetta solo con ristrutturazione dell’immobile e ne può usufruire solo il contribuente che esegue la detrazione per il recupero edilizio dello stesso. Anche qui la spesa si recupera in 10 anni.
  • Bonus acquisto case “green” cioè in classe energetica A o B. Detto Bonus consiste in una detrazione dell’IVA del 50% sull’acquisto, detraibile in 10 anni.

BONUS UTILI AI PENSIONATI E FAMIGLIE :

Esistono anche dei Bonus il cui utilizzo risulta utile e vantaggioso per i pensionati e le famiglie che versano in difficoltà economica o addirittura in un vero e proprio stato di indigenza, famiglie che oggi, purtroppo, con il caro vita esistente, sono sempre più numerose.

Essi sono :

  • Bonus elettrico, gas ed idrico con tariffe agevolate per i cittadini che versano in condizioni disagiate. Questi tipi di Bonus si possono ottenere solo se si è in possesso di una dichiarazione ISEE non superiore ai 15.000,00 Euro.
  • I Bonus ristrutturazioni sono usufruibili per tutta la durata dell’anno in corso, cioè per tutto il 2023. Ovviamente per accedervi il contribuente deve essere in regola con i versamenti delle imposte alla Agenzia delle Entrate, in sostanza non deve avere debiti con il suddetto Ente.

DOCUMENTI DA PRESENTARE PER ACCEDERE AI BONUS :

Per accedere a tutti questi Bonus e quindi alle detrazioni previste per ognuno di essi, è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali e se i lavori sono fatti dal detentore gli estremi dell’atto che ne costituisce titolo.

Inoltre oltre alla CILA bisogna mandare una comunicazione alla ASL di competenza con i dati del proprietario dell’immobile per il quale si vogliono effettuare i lavori, i dati dell’ Impresa esecutrice e la data di fine lavori. Infine entro 90 giorni dalla data di fine lavori andrà inviata una comunicazione all’ENEA. Tutti i pagamenti dovranno essere eseguiti con bonifico, pena la perdita dei Bonus richiesti.

Per accedere, poi, ed ottenere i Bonus ristrutturazioni essenziale ed indispensabile è la figura del Professionista. Il progettista dovrà occuparsi di seguire i lavori, verificare che essi siano eseguiti a regola d’arte, in quanto alla fine dovranno essere asseverati e certificati.

Pertanto scegliere un Professionista sicuro, onesto capace nel suo lavoro è importantissimo. Se i documenti presentati non fossero esatti o i lavori fossero mal eseguti o ancora non fosse rispettata la data di fine lavori avremmo di conseguenza la perdita del Bonus. La perdita del bonus ci potrebbe portare al completo addebito dell’intera cifra a nostro carico.

In conclusione, nonostante le ultime novità in merito ai Bonus ristrutturazione introdotte da inizio nuovo anno dal  Governo, con i Bonus ristrutturazione rimasti in vigore ai quali, come abbiamo visto, possiamo accedere ed usufruirne, ci è rimasta la facoltà di eseguire lavori di restauro e risanamento del nostro immobile, migliorandone, così, la vivibilità, il decoro e la comodità, risparmiando e dilazionando la spesa sostenuta in 5 o 10 anni a seconda del Bonus scelto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.