Ristrutturazione casa e materiali innovativi: cos’è un pavimento antibatterico?

pavimenti innovativi

Spesso non si pensa all’importanza dei nostri pavimenti di casa. Ogni giorno sono sottoposti a grande calpestio, soprattutto per quanto riguarda le zone dove si soggiorna maggiormente. Non solo: spesso sul pavimento facciamo esercizio fisico, meditiamo, giochiamo con i bambini. E ancora, vi appoggiamo oggetti e borse della spesa e ci camminano sopra anche i nostri amati quattro zampe. Insomma, garantire un’igiene totale e continua è praticamente impossibile. O quasi: sul mercato sono infatti arrivati nuovi materiali innovativi, tra cui troviamo anche i pavimenti antibatterici. Se siete in fase di ristrutturazione casa, perché non farci un pensierino? Vediamo insieme di cosa si tratta e come funzionano!

Cosa sono i pavimento antibatterici?

Anche un pavimento apparentemente immacolato e che profuma di pulito, purtroppo, può ospitare virus, germi e batteri invisibili ad occhio nudo, che possono ricominciare a proliferare già nei minuti successivi alla più accurata delle pulizie. Un pavimento antibatterico ha la capacità di inibire la proliferazione di agenti patogeni come funghi, batteri e virus, rendendo i nostri ambienti più sani, sicuri e vivibili. Alcuni di questi materiali innovativi sono in grado di impedire al 90% la proliferazione di germi e batteri grazie alla presenza di alcune sostanze mescolate direttamente nel materiale di cui sono composti. Attenzione, però: questo non vuol dire che queste superfici non vadano accuratamente pulite e disinfettate!

Antibatterico, batteriostatico o battericida?

I termini “antibatterico”, “batteriostatico” e “battericida” non sono sinonimi. Quali sono le differenze?

  • una sostanza antibatterica è in grado di uccidere i batteri o di inibire la loro proliferazione;
  • una sostanza batteriostatica inibisce la crescita e la riproduzione dei batteri, senza però ucciderli;
  • le sostanze battericide, infine, hanno la capacità di uccidere i batteri.

Le sostanze antibatteriche e battericide, quindi, sono entrambe in grado di eliminare gli agenti patogeni, mentre quelle batteriostatiche ne bloccano semplicemente la proliferazione. I pavimenti antibatterici vedono l’impiego di principi attivi a base di ioni d’argento o di biossido di titanio. Queste sostanze vengono mescolate in maniera uniforme all’interno del prodotto direttamente nella fase di produzione. In questo modo possono essere attive nel tempo e impossibili da erodere o da asportare. Per essere definito antibatterico un pavimento deve essere sottoposto a prove di laboratorio e dimostrare un’efficacia antibatterica almeno del 90%.

Materiali e soluzioni

Quali sono i materiali che maggiormente si prestano a realizzare pavimenti antibatterici? Tra questi possiamo citare, ad esempio, il versatilissimo gres porcellanato, che oltre ad essere bello e duraturo, può essere addizionato con sostanze attive che lo rendano antibatterico. Tra le più gettonate ci sono ioni di argento e biossido di titanio oppure una combinazione delle due, in grado di neutralizzare dalle superfici alcuni tra i batteri più aggressivi e resistenti. Inoltre il gres porcellanato è un materiale che non rilascia sostanze volatili organiche, è durevole, igienico e di facile pulizia.

Le tecnologie antibatteriche possono essere applicate anche ai pavimenti in resina. Questi possono inglobare sostanze antibatteriche oppure essere sottoposti ad una finitura che blocca la proliferazione dei patogeni. Altri plus di questa tipologia di pavimentazione, dal punto di vista igienico, sono dati dall’assenza di fughe e giunture in cui si possono annidare sporcizia e batteri e dalla sua resistenza all’acqua.
E cosa dire del linoleum? Si tratta di un pavimento comodo, duraturo e con proprietà antibatteriche date dal cemento di linoleum, composto da olio di lino e colofonia, che assicurano un’azione battericida permanente.

Siete pronti a scegliere il vostro pavimento antibatterico? Noi di Creo Casa siamo a vostra disposizione per qualche consiglio!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.