PARETI MOBILI

In una casa funzionale lo spazio è di vitale importanza. Oggi si tende spesso ad abbattere pareti creando ambienti open space che danno una maggiore luminosità e senso di ampiezza . Ci sono alcuni casi, però, in cui le pareti mobili sono importanti come ad esempio:

  • quando si cucina e si vuole impedire che gli odori si espandano per tutta la casa
  • se si vuole separare la zona giorno dalla zona notte per ottenere un maggiore isolamento acustico ed una maggiore privacy
  • per dividere la camera dei ragazzi.

TIPOLOGIE E MATERIALI

Le pareti mobili possono essere di diverse dimensioni a seconda della necessità e dello spazio che si vuole separare, realizzate con vari tipi di materiali ed infine di svariate forme. Infatti possono essere pannelli curvi, scorrevoli, in mdf,, in legno, in vetro o addirittura possono essere rivestite in tessuto e decorate per renderle più eleganti. Certamente nella loro scelta bisognerà tenere conto dello stile della casa poichè si debbono chiaramente integrare con il resto. Si possono anche realizzare pareti mobili in stile giapponese in legno di bamboo o carta di riso. Le pareti in carta di riso o bamboo presentano però lo svantaggio di avere poco isolamento acustico e di dare una minore privacy.

I COSTI

Ovviamente se le pareti mobili sono costruite insieme all’immobile il costo è nettamente inferiore a quello che si deve sostenere nel realizzarle successivamente. Nel costo della parete mobile incide poi chiaramente il tipo di materiale che si utilizza, la dimensione e le opere murarie necessarie per metterla in opera. In ogni caso la soluzione di realizzare pareti mobili nella casa è sempre un’ottima scelta ed oggi è una soluzione molto usata per separare quando necessario due ambienti, una soluzione moderna, facile da mettere in opera che lascia comunque luminosità ed ariosità alla casa.

LE MIGLIORI E PIU’ UTILIZZATE

Le pareti mobili più usate per separare gli ambienti sono sicuramente quelle realizzate in legno, materiale nobile ed estremamente versatile. Infatti, oltre ed essere resistenti e prestarsi ad essere facilmente arredate con quadri o mensole, le pareti mobili in legno possono dividere due ambienti in maniera soft e discreta senza creare un forte impatto visivo, come , ad esempio,   una parete fatta di listelli di legno sottili, oppure una parete attrezzata, ossia una libreria. Anche le pareti in vetro sono comunque molto sfruttate, anche se queste sono utilizzate prevalentemente per separare ambienti d’uffici, sale ristorante oppure per donare un vero e proprio tocco di classe ed eleganza alla nostra casa.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Recent Posts

CASA NIDO CALDO

SOPPALCO COME REALIZZARLO

GRES PORCELLANATO O PARQUET ?

  • info@example.com
  • 6701 Democracy Blvd, Suite 300, USA