Come ristrutturare una cucina piccola, le idee di Creo Casa

arredamento cucina

I motivi per ristrutturare uno degli spazi della nostra casa sono molti: perchè quello stile non ci piace più, per rendere l’ambiente più confortevole oppure semplicemente perchè si ha voglia di qualcosa di nuovo. Qualunque sia il motivo, soprattutto quando si parla di ristrutturare una cucina piccola, è fondamentale ottimizzare al massimo gli spazi, aiutandosi a questo scopo con mobili su misura e soluzioni smart studiate appositamente per la nostra casa.

Ristrutturare una cucina piccola: l’importanza del progetto

Una delle cose più importanti, prima di ristrutturare la cucina, è avere le idee chiare. Quali sono attualmente i problemi del nostro ambiente? Cosa desideriamo cambiare? Quale stile ci piace? E, non ultimo, quanto siamo disposti a spendere? Le cose da decidere sono molte, ma fornire una risposta a queste domande darà già una direzione più precisa alle nostre idee.

La prima cosa da fare è un rilievo preciso e dettagliato della nostra cucina, segnando in maniera corretta la presenza di porte, finestre, nicchie e sporgenze, la posizione degli attacchi di acqua e gas, degli scarichi e delle “prese forza” ovvero quelle dedicate agli elettrodomestici che richiedono una maggiore potenza. Altri elementi da segnalare sono le prese luce e i punti luce e tutto ciò che può incidere sulla disposizione di mobili ed elettrodomestici. Nulla vieta, in ogni caso, di spostare e modificare ognuno di questi elementi, ovviamente con lavori più o meno onerosi.

Per evitare di pentirvi del lavoro fatto per i prossimi anni, sarebbe meglio affidare questa parte del lavoro ad una persona esperta, che sappia rilevare correttamente e in maniera precisa ogni caratteristica per poi passare a ristrutturare la cucina.

Ristrutturare cucina piccola: ottimizzare gli spazi è la parola d’ordine

Per progettare e arredare una cucina piccola è necessario sfruttare ogni centimetro di spazio, in modo da avere praticità, funzionalità e design anche in pochi metri quadrati.
https://www.creocasa.it/minicucina-compatta-da-45/

Per arredare una cucina piccola è difficile pensare a soluzioni ad isola o a penisola: meglio puntare su soluzioni che si sviluppano su un’unica parete, prestanto molta attenzione alla disposizione dei vari elementi nello spazio e al rapporto, sia estetico che funzionale, tra di loro. Gli addetti ai lavori, in genere, nel progettare la cucina tendono a suddividere gli spazi in tre aree funzionali: una dedicata alla cottura, una al lavaggio e una alla preparazione dei cibi. E’ ad esempio importante che la lavastoviglie sia vicina al lavello, così come il piano cottura dovrebbe essere vicino al lavandino ma preferibilmente separato da esso da un piano di lavoro.

Per arredare una cucina piccolissima ci sono proposte minimal e ultracompatte in cui entrano in gioco anche soluzioni salvaspazio davvero interessanti. Cosa ne dite, ad esempio, dei piani estraibili per creare spazi extra quando ne avete bisogno oppure elementi a scomparsa che semplicemente… spariscono quando non ne avete bisogno. In questa gallery potrete scoprire le migliori soluzioni per cucine piccole studiate da noi di Creo Casa e realizzate dai nostri professionisti in base alle esigenze di ogni singolo cliente.

Sia che abbiate deciso di cambiare tutto e di rifare la vostra cucina ex novo, modificando anche la disposizione degli impianti, sia che preferiate limitarvi ad un nuovo arredamento, dovreste infatti valutare la possibilità di acquistare una cucina su misura, realizzata appositamente per voi e per le vostre esigenze.

Volete un esempio pratico? Guardate che cambiamento questa cucina!

Ristrutturare la cucina: la scelta dei materiali

E veniamo ad una questione davvero spinosa: la scelta dei materiali per arredare la cucina. La scelta, infatti, è davvero vastissima e spesso è difficile orientarsi in maniera autonoma. Anche in questo caso il nostro consiglio è quello di chiedere l’aiuto di un professionista che sappia consigliarci al meglio.


Materiali, finiture e colori saranno infatti i dettagli che caratterizzeranno “l’anima” della nostra cucina. Sarà classica o iper moderna? Dallo stile country oppure vintage? In base all’effetto che volete ottenere potrete scegliere tra legno, vetro, acciaio, materiali polimerici o gres, tra superfici grezze e naturali oppure lucide e brillanti, tra linee dritte e minimaliste o profili sinuosi… insomma, la scelta è davvero infinita!

Vediamo qualche breve indicazione di massima:

  • materiali per i rivestimenti. Non ci sono più solo le classiche piastrelle in ceramica: ora le opzioni sono molte e comprendono, tanto per fare qualche esempio, piastrelle idrauliche, cementine, microcemento o anche la tradizionale pittura, effettuata però con rivestimenti di ultima generazioni impermeabili e facilmente pulibili. Ultimamente sono saliti alla ribalta anche carte da parati e vinile. Sì, anche in cucina, perchè i nuovi materiali in cui sono realizzati li rendono adatti anche a questo utilizzo. E che dire degli eleganti pannelli in pietra ricostruita o in pietra naturale? Una scelta davvero eterna e, soprattutto, pratica grazie a trattamenti antipolvere e impermeabilizzanti che rendono questo materiale di facile manutenzione.
  • materiali per i piani di lavoro. In questo caso la scelta è ancora più delicata perchè questa superficie deve essere resistente, durevole e facilmente lavabile. Oltre ai classici materiali in pietra, marmo e in legno, possiamo utilizzare anche l’acciaio inossidabile, perfetto per le cucine più moderne, o materiali come gres porcellanato, okite e addiritura mosaico. Guardate la nostra gallery per ispirarvi!

Luce e colore per l’arredamento della cucina

Se la disposizione di mobili ed elettrodomestici è il punto focale della ristrutturazione di una cucina, soprattutto quando si parla di ambienti ridotti non si possono non considerare elementi come i colori e l’illuminazione. Al di là delle preferenze personali, infatti, è risaputo che i colori chiari rendono visivamente gli ambienti più spaziosi. In ogni caso, una tinteggiata alle pareti e qualche accessorio colorato possono dare un aspetto nuovo e più curato alla nostra cucina. Cosa ne dite, ad esempio, di allestire un mini giardino verticale in cui disporre vasetti di erbe aromatiche da tenere sottomano?

La luce è un’altra grande protagonista di ogni ambiente. Dove è possibile, infatti, è bene riservare più spazio possibile all’apertura della finestra, in modo da avere un’illuminazione naturale e un buon ricambio d’aria. Una tenda bianca, poi, lascerà filtrare più luce e allargherà visivamente lo spazio.

Pensiamo anche all’illuminazione artificiale: faretti e applique in diverse zone della cucina possono essere eleganti e funzionali, oltre a garantire una adeguata illuminazione; tenete conto che lampadine e led si possono inserire anche all’interno di mobili e complementi per un risultato più funzionale e anche più elegante.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.