Come creare un angolo studio nella cameretta dei ragazzi

scrivania studio

La camera dei ragazzi in genere è l’ambiente più dinamico della casa perchè cambia con il variare delle esigenze del ragazzo a cui è destinata; se poi i ragazzi sono due un’ottima suddivisione degli spazi, e magari qualche elemento di arredo multiuso, diventano fondamentali.

Oltre che per dormire e rilassarsi, la camera dei ragazzi dovrebbe comprendere anche una zona studio dove poter scrivere, studiare, fare i compiti e lavorare al pc. Come creare un angolo studio nella cameretta dei ragazzi? Le soluzioni possibili sono tante: tutto dipende dallo spazio che abbiamo a disposizione. La soluzione migliore è sempre quella di studiare un arredo su misura che ottimizzi lo spazio al centimetro; in questo noi di Creo Casa abbiamo una lunga esperienza e siamo sempre disponibili per studiare un progetto adatto alle vostre esigenze. Ma vediamo come organizzare un angolo studio moderno e ben organizzato.

Angolo studio nella camera dei ragazzi: la giusta scrivania

La parte più importante di una zona studio è ovviamente la scrivania, che per essere veramente funzionale deve avere alcune caratteristiche. Innanzitutto deve essere della giusta altezza in base all’età e all’altezza del bambino o del ragazzo in modo che vi possa lavorare comodamente senza assumere posizioni poco corrette; in questo può aiutare anche una sedia ergonomica, magari regolabile. Il piano della scrivania dovrebbe essere sufficientemente grande per poter disporre in maniera ordinata tutto ciò che serve per studiare o per fare i compiti; in genere si consiglia un piano di almeno 120 x 60 centimetri. Si può optare anche per una soluzione sagomata o ad angolo per sfruttare al meglio lo spazio a disposizione.

Scrivanie a muro o a scomparsa, le soluzioni salvaspazio

Se la cameretta è davvero piccola, perchè non creare un angolo studio a scomparsa? E’ la soluzione salvaspazio per eccellenza e si può realizzare, ad esempio, con una scrivania a ribalta da usare al bisogno, che aperta offre tutto lo spazio necessario mentre quando viene chiusa occupa solo pochi centimetri. Il meccanismo deve essere solido e sicuro, quindi cercate di affidarvi ad un professionista che vi possa garantire queste caratteristiche.

Un’alternativa per chi dispone di uno spazio ridotto può essere una scrivania sospesa, che non si appoggi per terra. L’aspetto è quello di una mensola molto ampia, senza gambe o rotelle ad occupare spazio sul pavimento. Un elemento di questo tipo può essere inserito praticamente ovunque e può trasformarsi anche in un angolo studio di design, magari aggiungendo mensole e cubi per creare composizioni pratiche e d’effetto.

Dove posizionare la scrivania

Anche in questo caso, molto dipende dallo spazio che avete a disposizione, non esistono regole precise. Una delle soluzioni più classiche consiste nell’appoggiarla al muro oppure nello sfruttare un angolo; ormai le scrivanie angolari sono proposte in molti modelli ed è sempre possibile realizzarle su misura per sfruttare anche nicchie e spazi particolari senza sprecare nemmeno un centimetro.

Attenzione alla luce naturale. Se non è possibile posizionare la scrivania sotto ad una finestra, cercare di far sì che il suo lato più corto sia rivolto verso la finestra, meglio ancora se la luce proviene da sinistra nel caso di ragazzi destrorsi e da sinistra per i mancini, in modo che non si creino fastidiose ombre quando scrive a mano. Attenzione anche alla fonte di luce posizionata dietro a chi sta seduto alla scrivania. Oltre a creare ombre, può creare fastidiosi riflessi sul monitor quando si lavora al pc. Non dimenticate nemmeno una bella lampada orientabile per quando la luce naturale è troppo debole, in modo da evitare di affaticare gli occhi.

Angolo studio nella camera dei ragazzi: librerie e cassettiere

In una zona studio per ragazzi che si rispetti non possono mancare degli elementi che aiutino a tenere tutto in ordine: libri, raccoglitori, quaderni e cancelleria. Un angolo studio con libreria è l’ideale: la scrivania può essere posta tra colonne di scaffalature oppure integrata nella libreria stessa . La cosa migliore sarebbe avere la libreria vicina alla scrivania, in modo che lo studente possa prendere ciò che gli serve semplicemente allungando il braccio, senza doversi alzare con il rischio di distrarsi. Per le cassettiere, invece, potete spaziare con la fantasia e sfruttare lo spazio che avete a disposizioni sotto o a fianco alla scrivania con mobili cassettiera, con o senza ruote, dove organizzare tutto ciò che serve per lo studio e il lavoro.


Se avete bisogno di consigli su misura per voi non esitate a contattare noi di Creo Casa, saremo felici di aiutarvi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.