Tappeto marmo a Milano

Tappeto marmo a Milano

Tappeto marmo a Milano

Tappeto marmo a  Milano

tappeto marmo a Milano

il vecchio bancone in marmo con la parte mancante work in progress del tappeto marmo a milano

Del vecchio tappeto marmo a Milano dalla gelateria le colonne , allungando l’antico bancone esistente ne andava rifatto una parte e bisognava realizzato con marmi identici all’originale, cercando di equilibrare il vecchio mosaico sul fronte del bancone in muratura, con uno nuovo rispettando i colori, le tipologie dei marmi e il tipo di lavorazione utilizzata all’epoca per realizzare il tappeto marmo a milano, la parte frontale esistente era larga circa 2ml e sul lato destro il bancone terminava ad angolo con un tappeto marmo a milano più piccolo con una colonna terminale e rimaneva uno spazio di circa 1 ml che in questi anni era stato riempito con una vecchia credenza in legno, la soluzione era dovuta all’aumentata operatività della gelateria le colonne che neccessitava di più piano di lavoro e di un piano resistente e si era sovvraposto un piano di marmo Giallo reale  sui lati e la soluzione era comunque provvisoria.

Come realizzare il tappeto marmo a Milano

Quando si iniziò la ristrutturazione della gelateria le colonne si era pensato, prima ad una boiserie come le pareti addiacenti che riempisse il fronte banco del angolo vuoto poi si era pensato ad un piccolo tappeto in marmo con una colonna terminale uguale alle esistenti ,però era una soluzione che non ci soddisfava perchè riempiva troppo lo spazio mortificandone l’immagine sembrava troppo piena e l’ambiente veniva certamente sovracaricato.

L’esperienza dei vecchi artigiani del marmo è importante

Alla fine il nostro vecchio marmista carico di anni, con una lunga esperienza alle spalle ci suggerì di completarlo allungandolo spostare la colonna sul lato destro del banco e di allungare il moaici in marmo a Milano della gelateria le colonne era questa la soluzione che tutti cercavamo , era lì davanti ai nostri occhi, ma non la sapevamo coglierla e il nostro vecchio marmista sta completando il tappeto marmo a milano: con il giallo siena  , il bianco carrara ,rosso alicante, ect..

 

Creocasa Milano una risposta a tutte le vostre esigenze

Top cucina,piani di lavoro:legno,marmo,corian

Top cucina,piani di lavoro:legno,marmo,corian

Top cucina,piani di lavoro: legno, marmo, corian.Ultimamente ho ricevuto diverse chiamate da molte persone per il rifacimento dei top  cucina. Sostituire il top cucina normalmente sembra un lavoro estremamente semplice, ma cosa ci vuole a sostituire un top cucina?

Ci vuole un falegname che lo smonti, che smonti il piano cottura ed il lavello ed eventualmente ne costruisca uno nuovo in legno, in duropal, in corian, che è un materiale solido ed omogeneo composto da resine acriliche e da una miscela di minerali naturali d’alluminio, o di un piano di laminato stratificato, poi volendo ci si può rivolgere anche ad un marmista, che può darci dei piani in marmo più o meno trattati o in agglomerato di marmo sintetico od okite, oppure nei locali di ristorazione o bar all’interno delle zone di lavoro vengono utilizzati anche piani in acciaio inox, che pur non avendo un grandissimo impatto estetico sono molto pratici e resistenti alle aggressione dei diversi agenti.

Top cucina,piani di lavoro:legno,marmo,corian

Top cucina,piani di lavoro:legno,marmo,corian. okite

Elettricista ed idraulico

Ma non è tanto il lavoro del falegname o del marmista, ma è che per fare tale lavoro occorre l’elettricista per i collegamenti elettrici e l’idraulico per il collegamento del gas ed i collegamenti idraulici, perché quando si sostituisce un top cucina è necessario intervenire con diverse persone ognuna con una specifica specializzazione, poiché bisogna rimuovere il piano cottura, il lavello e le rubinetterie, ricondizionando gli elementi ancora validi o sostituendo alcune parti.

I top bisogna manutenzionarli

I top cucina  in casa bisogna trattarli e manutenzionare a seconda della tipologia: i piani di marmo, di okite o marmi ricomposti devono essere trattati con prodotti oleo idrorepellenti che lo proteggono dalle aggressioni esterne, però hanno una buona resistenza al calore; i piani in laminato hanno una discreta resistenza, sono impermeabili, ma bisogna stare attenti alle abrasioni ed al calore molto forte, i piani di legno sono molto belli, hanno un notevole impatto estetico, ma sono molto delicati.

Piani in gres porcellanato

Creo casa, in alternativa ai diversi piani, propone top cucina  in multistrato marino rivestiti con grandi formati in gres porcellanato, che è un materiale estremamente resistente agli acidi,all’olio,al calore, alle abrasioni ed ha una notevole durata nel tempo e sopratutto un buon prezzo

Bisogna stare molto attenti quando si sceglie un top cucina.perchè valutando i diversi materiali e l’uso che se ne deve fare, potete scegliere il materiale migliore,che non vi dia problemi nel tempo.

Creocasa milano una risposta a tutte le vostre esigenze