Caratteristiche fisiche e meccaniche del legno | Creo Casa Milano | Ristrutturazioni, progettazione e design d'interni

Caratteristiche fisiche e meccaniche del legno

 Caratteristiche fisiche e meccaniche del legno.

Le caratteristiche fisiche e meccaniche del legno sono molteplici e l’uomo se ne è reso conto che mano a mano che utilizzava il legno delle diverse piante che questo materiale aveva peculiarità e caratteristiche molto diverse da albero ad albero. Queste caratteristiche fisiche e meccaniche del legno ,dipendono dal clima, da una minore o maggiore umidità del terreno e dall’ambiente in cui si sviluppano. Ci sono notevoli differenze se una pianta cresce da sola in un ambiente esterno dove può ricevere luce e calore da tutti i lati, per cui trae notevoli vantaggi perchè ha spazio per svilupparsi e le piante diventano più grosse ed imponenti, oppure se cresce all’interno di una fitta foresta, dove la crescita è più lenta ed assumono caratteristiche fisiche emeccaniche diverse del legno.

Caratteristiche fisiche e meccaniche del legno :duro e tenero

L’uomo ha suddiviso in maniera empirica i vari tipi di legno e classificato il legno in tenero e duro dividendolo tra legno derivato dalle conifere che sarebbe di tipo tenero (abete o pino) e legno delle querce, del noce, del faggio, cioè derivato dalle angiosperme.

Caratteristiche fisiche e meccaniche del legno
abete rosso della famiglia delle conifere
Caratteristiche fisiche e meccaniche del legno
magnolia della famiglia delle angiosperme

Valutazione del legno

E’ però opportuno valutare il legno in base alle reali caratteristiche: resistenza alla abrasione superficiale, resistenza alla compressione, resistenza alla trazione, compattezza degli anelli e presenza di nodi nel materiale. Il legno viene classificato in base alle diverse caratteristiche in legno di prima, seconda o terza scelta.

Legno per costruzioni o per mobili

A secondo dell’utilizzo si divide in legno strutturale, quando si intende usato per la costruzione di edifici (in effetti il legno è il più antico materiale da costruzione), oppure legno per la realizzazione di arredamenti, dove vengono utilizzati i tronchi più belli e compatti, privi di difetti.

Caratteristiche salienti per la lavorazione in laboratorio

Visto, poi, che i legni sono diversi ne derivano diverse caratteristiche fisiche e meccaniche del legno : la fendibilità, cioè la capacità delle fibre legnose di essere divise da un cuneo che agisce nel loro senso; questa caratteristica è più evidente quando le fibre legnose sono più grosse e lunghe, ordinate in maniera rettilinea come l’olmo e l’abete; il taglio che è la caratteristica per cui può essere tagliato mediante l’azione di un utensile; la flessibilità che è la capacità del legno a piegarsi senza rompersi; la possibilità di pulirlo e levigarlo per dare un bel aspetto visivo finale , che è migliore nelle essenze dure, le quali si prestano meglio alla finitura finale, rimanendo compatti senza sfaldarsi, la lavorabilità con gli scalpelli come nel caso del tiglio e di altre essenze  che ben si prestano per la realizzazione di statue e bassorilievi e modelli.

Creocasa MILANO: una risposta a tutte le vs esigenze

 

Come realizzare i mobili in legno da soli,

Scritto da Gaetano Grasso di CREOCASA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Recent Posts

  • info@example.com
  • 6701 Democracy Blvd, Suite 300, USA